Torna a forumpa.it

Speakers

Tonino Aceti

Aceti

Tonino Aceti, 41 anni, è fondatore e Presidente dell’Associazione SALUTEQUITA’.

Esperto in politiche sanitarie e tutela dei diritti dei cittadini-pazienti, da sempre al fianco delle associazioni dei pazienti, è stato tra i protagonisti del Piano nazionale della cronicità e di quello sulle liste di attesa, ha contributo all’abrogazione del Superticket sanitario, al rispetto della Legge su cure palliative e terapia del dolore e più in generale del diritto all’accesso alle cure.

In prima linea per l’umanizzazione delle cure, la partecipazione dei cittadini-pazienti nel policy making e soprattutto contro le disuguaglianze.

Dal 14 luglio 2020 è Componente del Comitato scientifico Nazionale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT).

Dal 1° febbraio 2019 è Portavoce della Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche (FNOPI) che rappresenta i 452.000 infermieri iscritti agli ordini provinciali.

Dal 2019 è componente del Comitato Reclami-Encomi-Segnalazioni dell’IRCCS Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Dal 2003 al 2019 ha collaborato con Cittadinanzattiva ricoprendo il ruolo di Coordinatore Nazionale del Tribunale per i diritti del malato (TDM) e Responsabile del Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici (CnAMC).

In Cittadinanzattiva ha lanciato la proposta per l’abrogazione nazionale del Superticket in sanità, attraverso la sottoscrizione di una petizione che ha raccolto circa 40.000 sottoscrizioni. Una proposta raccolta in parte con la creazione de fondo triennale e successivamente fatta propria dal Ministro Speranza con la sua totale abrogazione.- Autore, curatore e responsabile politico di molteplici pubblicazioni in materia di politiche sanitarie come: Rapporto PIT Salute del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva sullo stato di salute del SSN dal punto di vista dei cittadini; Rapporto nazionale sulle politiche cronicità del Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici; Rapporto sul federalismo sanitario dell’osservatorio civico.

Nel 2013 è stato inserito tra i 50 Under 35 più promettenti d’Italia dalla Rivista Wired.it

Ha ideato e avviato la Scuola Civica di Alta Formazione in Diritti e Partecipazione in Sanità di Cittadinanzattiva.

 

È stato a capo dell’Ufficio Studi e Documentazione del TDM. E’ stato inoltre membro del Comitato Etico del Policlinico Umberto I di Roma e componente della Commissione Ministeriale per la Semplificazione Amministrativa in materia di invalidità civile e handicap.

È stato membro dell’ Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Ad agosto 2014 è nominato, quale esperto delle politiche della cronicità nelle Commissioni preposte alla stesura del Piano Nazionale della Cronicità. Con Decreto del Ministro della salute è stato nominato componente del Comitato Tecnico Sanitario del Ministero della Salute - sezione Cure Palliative e Terapia del Dolore L. 38/2010.

È stato componente del Tavolo Innovazione istituito presso la Direzione Generale Dispositivi Medici e Farmaci del Ministero della Salute.

È stato componente del Comitato Nazionale del Programma Nazionale Esiti (PNE) istituito presso l’AGENAS.

È stato Responsabile Scientifico della ricerca sulla “Valutazione partecipata del grado di umanizzazione degli ospedali” promossa dall’ AGENAS.

È componente del Comitato scientifico del Forum Risk Management della Fondazione Sicurezza in Sanità e del Congresso Nazionale SIFO.

Ha ricevuto il Premio “Ali di Antea” per la sensibilità dimostrata nel testimoniare il valore imprescindibile della vita e per l’impegno profuso nella diffusione di una cultura delle Cure Palliative.

È componente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Amicitalia ONLUS operante nel settore ricerca delle Malattie Infiammatorie Croniche dell’intestino (M.I.C.I).

Con decreto del Presidente della Giunta Regionale della Puglia nel 2017 è stato nominato componente del Consiglio Sanitario Regionale. Con decreto del Ministro della Salute 11 dicembre 2017 è stato nominato Componente della Cabina di Regia del Piano Nazionale della Cronicità.

A maggio 2018 è designato componente della Commissione Ministeriale per la stesura del Piano Nazionale di Governo delle Liste di Attesa 2019-2021, successivamente approvato. In occasione dei 40 anni del SSN ha lanciato la proposta per la creazione di un Logo del Servizio Sanitario Nazionale, accolta favorevolmente dal Ministro della Salute.

 

Questo relatore nel programma congressuale

martedì, 29 Ottobre 2019

14:30
17:00

Modelli organizzativi per la cronicità e continuità di cura[co.01]

Room:

La crescente presenza di pazienti cronici e il conseguente aumento dei bisogni dei pazienti dal punto di vista socio-assistenziale comportano un importante carico di spesa per il nostro SSN che sta spingendo i decisori, sia a livello nazionale che locale, ad attuare diversi cambiamenti organizzativi. È necessario lavorare a tutti i livelli per costruire percorsi di cura attraverso i vari setting socio-assistenziali individuando modelli organizzativi che riducano l'istituzionalizzazione sia in ospedale che la residenzialità, privilegiando le cure al domicilio.

Il convegno si pone l’obiettivo di abilitare il confronto tra i diversi attori della sanità italiana – Regioni, Aziende Sanitarie, Associazioni di categoria (MMG, Specialisti, Aziende Sanitarie) – sui possibili modelli organizzativi da adottare a livello regionale e aziendale per una continuità di cura reale e sui processi da strutturare – in termini di attori da coinvolgere, modalità di coordinamento, strumenti di supporto e tecnologie abilitanti – attraverso casi reali di Regioni che hanno già avviato il processo di cambiamento raccontati dai protagonisti.

Per ascoltare la registrazione integrale dell'evento cliccare QUI

mercoledì, 30 Ottobre 2019

11:00
12:00

Smart Ostomy Support: un approccio innovativo per la cura a distanza del paziente stomizzato[el.14]

Room:

SOS è un progetto sperimentale promosso dalla FAIS - Federazione delle Associazioni Incontinenti e Stomizzati - per l’assistenza a distanza dei pazienti cronici portatori di stomia ed ex stomizzati in fase riabilitativa.

Il progetto prevede l’uso combinato di tecnologie innovative, tra cui la gamification, ed un modello di lavoro basato sullo smartworking. Ciò consentirà ad un gruppo pilota di stomaterapisti  e volontari FAIS di fornire assistenza, informazioni, buone pratiche, monitoraggio delle terapie ai pazienti stomizzati secondo il paradigma della connected care.

Obiettivo della sessione è illustrare i principi ispiratori del progetto sotto un duplice aspetto: quello dei benefici per le persone stomizzate e quello della maggiore efficienza del sistema assistenziale del Sistema Sanitario Nazionale in un approccio che combina  connected care e smartworking.

 

 

mercoledì, 30 Ottobre 2019

15:30
17:30

Connected care: i passi per renderla effettiva[pl.02]

Room:

Ormai non possiamo più nasconderci: è in atto una grande sfida per la sostenibilità del SSN dal punto di vista sociale ed economico, nella cornice dei principi costituzionali e degli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU.
 
Nuovi modelli di assistenza, progettati tenendo conto delle tecnologie digitali, rispondono al mutato bisogno di interazione tra paziente, famiglia e professionista sanitario; per gli operatori sanitari è necessario sviluppare nuove competenze in funzione del nuovo ruolo che la domanda di salute a loro assegna; ogni persona diventa sempre più protagonista attivo e responsabile delle proprie scelte per la salute e il benessere.
 
La digitalizzazione è leva irrinunciabile per vincere la sfida della sostenibilità del SSN e la Connected care - intesa come sanità connessa - risulta essere la risposta comune su cui convengono ormai tutte le istituzioni e anche i cittadini ne riconoscono l’importanza.
 
Ma quali i prossimi passi per rendere effettiva la Connected Care? Quale l’agenda dei lavori? In questa sessione conclusiva di FORUM PA Sanità ne discutono la politica, le organizzazioni sanitarie, le professioni sanitarie, il mercato: tutti gli attori che devono contribuire a superare le barriere normative, organizzative, tecnologiche che oggi frenano una sanità connessa, che condivide informazioni, integrata, che tutela la privacy.
 
Al termine del convegno si terrà la Cerimonia di premiazione del Premio FORUM PA Sanità 2019
 

Per ascoltare la registrazione integrale dell'evento cliccare QUI

Torna all'elenco dei Relatori